Vi informiamo che il sito utilizza i cookie per offrire una migliore esperienza di navigazione; non raccogliamo informazioni che consentano l'identificazione dei visitatori.

Clicca su OK per chiudere questa informativa oppure approfondisci nella pagina Cookie policy

 

Facebook, un retaggio del passato?

facebookDev'essere stato che Mark Zuckerberg e i suoi compagni di università si siano ispirati ad un'antica usanza, quella di esporre fuori al mattino le lenzuola della prima notte di nozze macchiate di sangue a riprova della verginità della novella sposa, quando hanno ideato il nostro irrinunciabile facebook. Beh, mi pare che girovagando in rete a leggere i post e commenti sulle pagine del social si trovino molti “panni macchiati” stesi in bella vista a testimonianza della purezza perduta.

Certo che dover comunicare alla moltitudine di persone con cui si è stretta una autentica complicità ciò che accade tra le lenzuola della quotidianità sembra diventato non solo una necessità impellente ma anche un'usanza a cui non ci si può assolutamente sottrarre. Un'ossessione!

Ogni giorno si stendono sui profili social lenzuola marchiate con i segni inequivocabili di una reiterata deflorazione dovuta all'amplesso con l'illusorio e beffardo mondo virtuale, una sorta di richiesta pubblica, resa senza pudore, della volontà di piena appartenenza alla comunità. Si espongono le lenzuola verso la pubblica via per manifestare platealmente la verginità svanita e il conseguente bisogno di visibilità sociale.

Che Facebook sia un retaggio del passato, una modernità ancorata alla cultura del codice d'onore? Sembra davvero un accostamento ardito ma, se approfondiamo, emerge che l'onore è un sentimento che comprende la reputazione, l'autopercezione e la definizione di identità di un individuo o gruppo, termini molto familiari in ambiente social. Che ne dite? 

 

contatta Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
3939764295 ~ Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Privacy Policy - Cookie Policy